VOLONTARI PROTEZIONE CIVILE PROVINCIA DI RIMINI

Coordinamento Associazioni di Volontariato di Protezione Civile della Provincia di Rimini

A dieci anni dal terremoto

L'importanza di un grazie

Non sembra vero che siano passati dieci anni; sono ancora così presenti nella memoria le roulotte, il tendone mensa, i volti dei "terremotati"…Ma era davvero dieci anni fa la "Piccola Rimini", a Fabriano!
E passati dieci anni è normale che ci siano celebrazioni, commemorazioni, cerimonie ufficiali, così siamo stati chiamati a ricordare, anche se non a Fabriano, dove avevamo portato il nostro aiuto, ma a Colfiorito, il Paese che è diventato il simbolo di quel terremoto.
La mattina del 27 settembre un pullman partito da Parma alle 5.00, dopo aver raccolto i Volontari delle altre Province (Parma, Reggio Emilia, Bologna e Ferrara), ci ha caricati all'ingresso autostradale di Rimini Nord alle 7.45, e ci ha portati in Umbria.
Arrivati a Colfiorito siamo stati accolti dai Volontari Umbri e Marchigiani, che tanto hanno lavorato per la buona riuscita di questo evento.
Poi il pranzo e la sistemazione presso le tendopoli allestite per l'occasione.
Nel tardo pomeriggio era prevista una sfilata dei Volontari di tutte le Regioni per le strade di Serravalle di Chienti … un evento che quasi nessuno di noi, poco avvezzi alle parate, ha preso veramente sul serio e che è partito in maniera quasi sgangherata, con inquadramenti approssimativi ed una marcia tutt'altro che marziale.
Sotto un cielo coperto di nubi minacciose, che di lì a poco avrebbero bagnato di pioggia le nostre divise, il corteo avanzava per strade quasi deserte.
Poi qualche finestra aperta e dietro le finestre vecchi volti di donna e parole pronunciate fra le lacrime, parole che forse hanno scosso dall'indifferenza di quell'inutile sfilata non solo me, che forse non solo a me hanno fatto salire un groppo in gola: "grazie" … "grazie" … "che Dio vi benedica"!
… E Dio ci ha benedetto davvero due giorni dopo sotto un tendone a Colfiorito, dopo altre cerimonie ufficiali, altri ringraziamenti, incontri con Autorità e visite a località ricostruite … e lo ha fatto per mezzo delle mani dell'anziano Vescovo di Foligno e Macerata, che nell'omelia ha parlato di buoni samaritani e di angeli.
Poi Guido Bertolaso ci ha comunicato che la Protezione Civile (quindi un po' anche ognuno di noi) era stata insignita della medaglia d'oro dal Presidente della Repubblica, e ci ha consegnato le targhe ricordo … tutto molto emozionante, ma non c'era più quel groppo in gola.
Tornando ci siamo portati con noi il ricordo di paesaggi che vogliamo rivedere, il calore di nuove amicizie, qualche souvenir e soprattutto il "grazie" di una riconoscenza a cui il tempo, il tanto tempo passato, non ha sbiadito l'emozione, il "grazie" che dopo dieci anni fa salire ancora le lacrime agli occhi di chi lo dice e di chi lo riceve, il "grazie" che è la più grande ricompensa per il poco che abbiamo fatto e che intendiamo continuare a fare.


Gabriele Bartolini